5 Settembre 2016
Integrazione fra Teatri di tradizione toscana. Cannioto: “Dall’Amministrazione comunale di Livorno solo inutili polemiche”

Il 27 Luglio il Consiglio Regionale ha approvato una mozione relativa alle azioni che la Regione dovrebbe assumere al fine di incentivare processi di aggregazione ed integrazione fra tre poli di grande spessore culturale rappresentati dai teatri di tradizione della Toscana, fra cui ovviamente c’è il nostro Goldoni.

Qual è quindi il percorso che la Regione vuole seguire per rafforzare il ruolo e le iniziative dei Teatri di Lucca, Livorno e Pisa ? Quali sono il senso e lo spirito di questa delibera?

L’obiettivo è la valorizzazione del grande patrimonio culturale di questi grandi teatri e il rafforzamento della loro azione grazie allo sviluppo di sinergie e di progetti comuni.

Questo obiettivo non è nemmeno ipotizzabile se non attraverso una valorizzazione delle professionalità esistenti nei vari teatri. Tutte le professionalità esistenti, senza distinzione di sorta, perché in teatro tutti, ma proprio tutti, sono fondamentali. Quindi l’impegno è quello di partire con questo progetto avendo la consapevolezza che il ruolo dei lavoratori e il loro coinvolgimento sono essenziali.

I benefici di una aggregazione fra i soggetti coinvolti sono evidenti ma quattro sono fondamentali:

  1. un arricchimento professionale per i lavoratori e un aumento delle risorse da utilizzare, senza troppe esternalizzazioni;

  2. una programmazione di standard altissimo concepita nel rispetto delle specificità dei territori e delle differenze culturali e con l’obiettivo finale di valorizzare le realtà locali

  3. una riduzione dei costi e una ottimizzazione della gestione delle risorse economiche. Per fare degli esempi non ci sarebbero tre organi amministrativi e tre direttori generali e il Presidente di questa super Fondazione non percepirebbe compenso. Il risparmio quindi per quanto riguarda gli organi apicali e politici sarebbe enorme e a tutto vantaggio della qualità della programmazione;

  4. la possibilità di accedere a fondi statali ed europei di cui si può usufruire solo se vi sono state e aggregazioni.

Questo è in sintesi il percorso che si vuole far iniziare con la mozione approvata. Come si vede non c’è nulla di misterioso e di tragico, ma al contrario si vuole innescare un circolo virtuoso capace non solo di arricchire le realtà culturali che vi partecipano, ma anche di essere volano di sviluppo per tutta la nostra Regione.

Appaiono quindi abbastanza pretestuosi articoli e video messaggi tesi a fare solo polemica, senza entrare nel merito delle cose, e che non valutano ciò che si propone senza manicheismi del tutto fuori luogo. Anche perché certi atteggiamenti oggi, da parte della Amministrazione Livornese, appaiono non coerenti con i primi passi che questo progetto ha mosso. Vale la pena ricordare infatti che il “NO”, con tanto di cartello, arriva adesso mentre in tutte le riunioni, incontri istituzionali, dibattiti, cui hanno partecipato anche esponenti pentastellati questa opposizione al processo indicato nella mozione non era stato espresso. Anzi.

Ma la cultura del Partito Democratico è la cultura del dialogo e del confronto nel merito delle cose e quindi non possiamo che auspicare interventi volti a capire meglio cosa si vuole fare e non sterili polemiche e video non particolarmente riusciti, soprattutto da parte di chi ha un ruolo istituzionale.

Filippo Cannioto

Resp. Cultura Unione Comunale PD Livorno

Dalle città
Livorno
Attualità e stato dell’arte dell’Accordo di programma per lo sviluppo economico dell’Area costiera livornese
Parità di genere e contrasto alla violenza – tavola rotonda
Rosignano
Conferenza “Rosignano Domani”
Lavoro e questione sociale. I valori e le nuove sfide del centro sinistra. Venerdì 24 agosto incontro Cesare Damiano
Cecina
Festa de l’Unità a Cecina. 13 – 19 agosto 2018 La Cecinella
Bullismo e Cyberbullismo. La prevenzione a scuola. Giovedì 7 giugno alle 21 incontro al Palazzetto dei Congressi di Cecina
Collesalvetti
Festa de l’Unità a Collesalvetti. 17 – 26 agosto Palazzetto dello Sport
Festa de l’Unità di Colognole. 11 – 15 agosto. Il programma
Castagneto Carducci
AperiReferendum a Donoratico. Giovedì 1 dicembre alle ore 19
Le ragioni del Sì al Referendum Costituzionale. Giovedì 24 novembre dibattito pubblico a Donoratico
Bibbona
Il candidato Andrea Romano incontra la cittadinanza a Bibbona. Martedì 27 febbraio alle ore 10
Martedì 20 febbraio doppio appuntamento con Silvia Velo a Bibbona
Capraia
Primarie: chi, dove, come e quando
Primarie 25 novembre. I risultati dell’Isola di Capraia