27 gennaio 2016
Giorno della Memoria: “La Shoah si insegna a scuola, è didattica della dignità umana”. Nota di Cristina Lucetti

L’appuntamento con il giorno della memoria offre l’occasione per riflettere sulla storia agghiacciante della discriminazione e dello sterminio razzista. L’obiettivo è non permettere che si cancelli la memoria della Shoah, delle leggi razziali, della persecuzione degli ebrei in Italia e degli italiani deportati.
Una riflessione che trova nella scuola l’ ambito privilegiato, poiché è proprio durante il percorso educativo, didattico e formativo che gli studenti apprendono, comprendono e costruiscono i valori ai quali la cittadinanza attiva e democratica si ispira. Attraverso progetti educativi e didattici sulla Shoah, gli insegnanti promuovono e garantiscono la continuità delle conoscenze, affinché si possa comprenderne il significato, sino in fondo; nella complessità delle realtà, prezioso e importante è il lavoro dei docenti che individuano e propongono
attività mirate a calibrare l’ insegnamento in un contesto migratorio e multiculturale, quale quello attuale.
Ogni anno si rinnova l’ impegno della scuola nel riannodare i fili fra passato e presente attraverso le testimonianze e la ricerca dei nodi salienti e dei percorsi più rilevanti all’ interno della storia. Importante e significativo il documento firmato il 18 gennaio 2016, a Cracovia, dal MIUR e UCEI per una didattica mirata e per la formazione dei docenti. L’intesa, siglata dal Ministro Giannini e dal presidente UCEI Renzo Gattegna, rinnova e consolida la reciproca collaborazione a proseguire nella
diffusione e nella conoscenza della Shoah, e conferma l’ impegno del MIUR ad organizzare e favorire la partecipazione degli insegnanti a corsi di informazione-formazione in materia di didattica, anche attraverso la collaborazione con i maggiori enti e istituti di ricerca. Il programma operativo prevede, oltre alla diffusione di progetti , anche l’ istituzione di un Osservatorio Nazionale per
l’elaborazione e la ricognizione di iniziative, al fine di creare un portale on line per la condivisione di informazioni. Ricordare la Shoah e diffonderne la conoscenza è un dovere di tutti, perché la memoria è il vaccino culturale più potente che rende immuni dall’antisemitismo e dal razzismo.
La memoria rende vigili e pronti a difendere la dignità umana.

Cristina Lucetti
Resp. Istruzione
Unione Comunale
PD Livorno

Dalle città
Livorno
Attualità e stato dell’arte dell’Accordo di programma per lo sviluppo economico dell’Area costiera livornese
Parità di genere e contrasto alla violenza – tavola rotonda
Rosignano
Conferenza “Rosignano Domani”
Lavoro e questione sociale. I valori e le nuove sfide del centro sinistra. Venerdì 24 agosto incontro Cesare Damiano
Cecina
Festa de l’Unità a Cecina. 13 – 19 agosto 2018 La Cecinella
Bullismo e Cyberbullismo. La prevenzione a scuola. Giovedì 7 giugno alle 21 incontro al Palazzetto dei Congressi di Cecina
Collesalvetti
Festa de l’Unità a Collesalvetti. 17 – 26 agosto Palazzetto dello Sport
Festa de l’Unità di Colognole. 11 – 15 agosto. Il programma
Castagneto Carducci
AperiReferendum a Donoratico. Giovedì 1 dicembre alle ore 19
Le ragioni del Sì al Referendum Costituzionale. Giovedì 24 novembre dibattito pubblico a Donoratico
Bibbona
Il candidato Andrea Romano incontra la cittadinanza a Bibbona. Martedì 27 febbraio alle ore 10
Martedì 20 febbraio doppio appuntamento con Silvia Velo a Bibbona
Capraia
Primarie: chi, dove, come e quando
Primarie 25 novembre. I risultati dell’Isola di Capraia