17 maggio 2012
Dedicare la festa della Toscana alla lotta contro l'omotransfobia

Sì A DEDICARE ALLA LOTTA CONTRO OMOTRANSFOBIA LA FESTA DELLA TOSCANA

Nostro obiettivo – come giovani donne e uomini Democratici con la D maiuscola! – che vivono e amano l’Italia, deve essere una società giusta sotto ogni profilo, in cui i diritti possono emergerenella loro pienezza.
Per fare politica vera, come servizio, è necessario guardare a ogni cittadina e ogni cittadino come auna persona, depositaria di diritti individuali, capace di autodeterminarsi e che deve essere lasciatalibera di farlo: l’art. 13 della Costituzione italiana afferma che “la libertà personale è inviolabile”,
rafforzando il riconoscimento della libertà e indipendenza nelle scelte individuali della persona suciò che la riguarda.
Ricordando che “non è grave il clamore dei violenti; è grave il silenzio delle persone per bene”(Martin Luther King), rompiamo il silenzio assordante che ancora consente in Italia la discriminazione, l’emarginazione e persino la negazione dell’esistenza di una moltitudine di donne, di uomini e dei loro sentimenti.In Italia non ci sono specifiche politiche tese a contrastare le forme di discriminazione nei confronti delle persone omosessuali, transessuali o transgender e non esistono sufficienti dati statistici utili
per valutare il fenomeno. A questo proposito, dovremmo chiedere a gran voce che venga dotata l’Istat dei fondi necessari per il finanziamento dell’indagine contro le discriminazioni per orientamento sessuale. I ripetuti e recenti episodi di violenza e di aggressione omofobica e transfobica dimostrano senza ombra di dubbio e con drammatica evidenza il clima di intolleranza e insicurezza presente nel Paese.
Risulta prioritario sollecitare il Parlamento italiano affinché approvi una normativa specifica che tuteli le cittadine ed i cittadini contro ogni forma di manifestazione di tipo omofobico e transfobico, estendendo anche all’orientamento sessuale e all’identità di genere le tutele previste dalla legge
205 del 1993, detta “Legge Mancino”.

Come Giovani Democratici toscani non possiamo che appoggiare e fare nostra la proposta di Lara Burberi, presidente del Consiglio comunale di Calenzano, intervenuta in rappresentanza di Anci Toscana: “Dai dati dell’Osservatorio risalta in modo preoccupante il dato relativo a quei Comuni, 3 su 4, che finora non hanno mai realizzato un’iniziativa per sensibilizzare su questa odiosa forma di discriminazione. La prossima Festa della Toscana dedichiamola a questa battaglia.”
In Italia la transfobia è ancora più diffusa e meno discussa dell’omofobia: si parla poco o niente di identità di genere e la distinzione tra maschile e femminile è data come netta e senza alcuna sfumatura. Approvare una legge sulla riassegnazione anagrafica alle persone transessuali senza necessità dell’intervento chirurgico sarebbe un segnale tangibile di inclusione verso cittadini che al momento non sono affatto tutelati.

Uno Stato laico deve sempre proteggere i diritti civili e la libertà di ciascuno. Non “diritti speciali”, ma diritti uguali per tutti. Non siamo tutti uguali, anzi la nostra ricchezza è proprio la specificità di ognuno. Ma dobbiamo lottare perché uguali siano i diritti e le opportunità di tutti.
Questo, io credo, significa essere Democratici con la D maiuscola! D di democratici, D di diritti!

Dinora Mambrini
(Responsabile Diritti Civili Giovani Democratici della Toscana – Segretaria Giovani Democratici di Livorno)

Dalle città
Livorno
Attualità e stato dell’arte dell’Accordo di programma per lo sviluppo economico dell’Area costiera livornese
Parità di genere e contrasto alla violenza – tavola rotonda
Rosignano
Conferenza “Rosignano Domani”
Lavoro e questione sociale. I valori e le nuove sfide del centro sinistra. Venerdì 24 agosto incontro Cesare Damiano
Cecina
Festa de l’Unità a Cecina. 13 – 19 agosto 2018 La Cecinella
Bullismo e Cyberbullismo. La prevenzione a scuola. Giovedì 7 giugno alle 21 incontro al Palazzetto dei Congressi di Cecina
Collesalvetti
Festa de l’Unità a Collesalvetti. 17 – 26 agosto Palazzetto dello Sport
Festa de l’Unità di Colognole. 11 – 15 agosto. Il programma
Castagneto Carducci
AperiReferendum a Donoratico. Giovedì 1 dicembre alle ore 19
Le ragioni del Sì al Referendum Costituzionale. Giovedì 24 novembre dibattito pubblico a Donoratico
Bibbona
Il candidato Andrea Romano incontra la cittadinanza a Bibbona. Martedì 27 febbraio alle ore 10
Martedì 20 febbraio doppio appuntamento con Silvia Velo a Bibbona
Capraia
Primarie: chi, dove, come e quando
Primarie 25 novembre. I risultati dell’Isola di Capraia