27 gennaio 2011
Trasporti Pubblici Locali

Per parlare di TPL (trasporto pubblico locale) a Livorno bisogna non dimenticarci quanto è successo, altrimenti si analizza solo il contingente. E’ opportuno fare un pò di ordine per non dire cose non corrette.

Se bus e forse treni nel 2012 saranno gestiti da una sola società, per tutta la Toscana, è dovuto alla scarsità e all’incertezza di risorse che la manovra Tremonti – Berlusconi ha provocato. E non solo nei trasporti.

Infatti sono previsti, sia sulla spesa corrente che sugli investimenti, pesanti riduzioni dei trasferimenti, blocco dell’autonomia tributaria e tetti di spesa.

Ciò significa che non solo il governo darà meno soldi (320 milioni di euro nel 2011) ma si chiede alla Regione Toscana uno sforzo che prima avrebbe fatto in quarant’anni. La Regione Toscana per coprire la riduzione decisa dal governo di centro destra ha approntato 188 milioni di euro. Di questi, 130 milioni sono stati tolti al settore della casa, altrimenti il trasporto su gomma avrebbe subìto un colpo mortale. Questi soldi sono da considerarsi un prestito che va ripianato, per costruire case pubbliche nuove.

Il Comune di Livorno fino al 2010 ha messo a disposizione 5 milioni di euro per i servizi aggiuntivi (questa somma è in assoluto la più elevata di tutti i Comuni toscani). Tale cifra è stata falcidiata completamente. Rimane l’impegno di ridurre al massimo l’impatto e 1,4 milioni di euro vengono ridotti a 700 mila euro.

Questi servizi ovviamente comprendono anche le risorse necessarie per ridurre i tempi di attesa alle fermate dei bus. Se non si parte da questo quadro non si possono fare analisi e trovare soluzioni adatte. Come vediamo, i tagli che il governo adotta mettono a rischio la tenuta sociale dei territori. Sarebbe più utile se venissero recuperate un pò più di risorse dall’evasione fiscale.

Nonostante questo quadro, le nostre priorità sono i posti di lavoro e servizi efficienti ai cittadini. Degli altri aspetti la discussione è aperta su tutto. Dobbiamo avere la capacità di metterci in discussione e le continue fughe su questa questione mi sembrano più un tentativo di non voler approfondire le problematiche. Ci sono momenti e luoghi dove elaborare strategie adatte a tamponare la situazione contingente e rilanciare per il futuro.

Yari De Filicaia, Segretario Comunale PD

Dalle città
Livorno
Attualità e stato dell’arte dell’Accordo di programma per lo sviluppo economico dell’Area costiera livornese
Parità di genere e contrasto alla violenza – tavola rotonda
Rosignano
Conferenza “Rosignano Domani”
Lavoro e questione sociale. I valori e le nuove sfide del centro sinistra. Venerdì 24 agosto incontro Cesare Damiano
Cecina
Festa de l’Unità a Cecina. 13 – 19 agosto 2018 La Cecinella
Bullismo e Cyberbullismo. La prevenzione a scuola. Giovedì 7 giugno alle 21 incontro al Palazzetto dei Congressi di Cecina
Collesalvetti
Festa de l’Unità a Collesalvetti. 17 – 26 agosto Palazzetto dello Sport
Festa de l’Unità di Colognole. 11 – 15 agosto. Il programma
Castagneto Carducci
AperiReferendum a Donoratico. Giovedì 1 dicembre alle ore 19
Le ragioni del Sì al Referendum Costituzionale. Giovedì 24 novembre dibattito pubblico a Donoratico
Bibbona
Il candidato Andrea Romano incontra la cittadinanza a Bibbona. Martedì 27 febbraio alle ore 10
Martedì 20 febbraio doppio appuntamento con Silvia Velo a Bibbona
Capraia
Primarie: chi, dove, come e quando
Primarie 25 novembre. I risultati dell’Isola di Capraia