20 gennaio 2011
Resoconto Assemblea Comunale del 14 Gen 11

Il 14 Gennaio si è tenuta l’Assemblea comunale presso l’SVS le Corollaie.

Di seguito il resoconto dell’Assemblea.

Relazione Unione Comunale 14/1/11

Dobbiamo costruire un programma politico alternativo al governo Berlusconi. Secondo lo stesso Bersani servirebbe un programma alternativo di governo per poi ricercare un “patto repubblicano” con tutte le forze democratiche per aprire un confronto su un progetto di governo.

Siamo un partito che vuole preservare le differenze perché è nella diversità che si ha la possibilità di sviluppare idee ed obiettivi atti al raggiungimento di un’unica finalità : il cambiamento.
Il confronto , il dialogo sono strumenti, la capacità di assumere impegni e responsabilità di condurre il Paese ad una svolta deve essere la nostra finalità evitando le divisioni. Preservare lo spirito con cui è nato il Partito Democratico, in questo momento, è indispensabile per cogliere le molteplici spinte che ci pervengono anche dall’esterno: il movimento studentesco, i ricercatori, gli insegnanti, gli operai, molte associazioni di categoria…
Il dissenso va esternato negli organismi interni, poi dobbiamo saper trovare una linea comune, non possiamo lasciare che il gruppo dirigente sia sempre messo in discussione dal “personaggio” di turno.
La città di Livorno, attraverso il nostro partito, può dare un segnale agli iscritti ma anche alla società civile, nel saper trovare una sintesi al proprio interno che riconduca tutto il partito verso un percorso di credibilità e di continuità.

Per quanto riguarda l’accordo Mirafiori i sindacati hanno perso l’opportunità di pretendere un confronto sul programma politico industriale, sulle capacità di attrattiva e di investimento.
L’accordo ha evidenziato la debolezza di confrontarsi sulle modalità di sviluppo e di partecipazione, tutta l’attenzione si è concentrata solo sui diritti, doveri dei lavoratori e sui comportamenti,. L’accordo è tutto teso a prevenire eventuali atteggiamenti di assenteismo e irresponsabilità, ma per i nodi politici sulla potenzialità produttiva, sulla capacità di attrarre investimenti e nuovi capitali che possano di fatto rilanciare l’industria, poco è stato fatto. Il percorso sulle modalità di partecipazione attiva, sulla possibilità di incidere sulle scelte di politica industriale e sui progetti avviato dal governo Prodi, è stato totalmente abbandonato.

Il problema dei tagli al trasporto pubblico locale conduce a scelte che non possono essere solo cittadine. Le soluzioni devono coniugare diverse difficoltà: trovare un accordo fra la tutela del posto di lavoro e il disagio dei cittadini di fronte ai tanti disservizi ed uno sviluppo della rete dei trasporti attraverso processi di mobilità integrativi. La rete del trasporto pubblico deve essere progettata a e poi realizzata per rispondere alle reali esigenze sociale e di tutela dell’ambiente che sappia avviare anche un processo culturale che incidi negli usi e costumi dei cittadini.

Per l’Autorità Portuale abbiamo registrato una totale assenza delle Istituzioni da parte del Governo centrale . Il Presidente deve essere scelto in un’ottica più vasta che guarda ad un progetto che abbia una ricaduta economica, uno sviluppo per il porto e per tutte l’economia di sviluppo delle attività connesse ad esso. Nel programma di sviluppo della Regione Toscana manca un investimento per il porto di Livorno, il nostro porto non viene neanche menzionato. Le categorie economiche livornesi hanno prodotto un documento dove si chiede che il Presidente dell’autorità Portuale sia espressione della potenzialità economica territoriale con capacità imprenditoriali atti a cogliere nel territorio capacità espansionistiche e di ampliamento.

Abbiamo un altro importante appuntamento: la Revisione del Piano Strutturale. Il piano da revisionare in base all’accordo di pianificazione sulla base di linee guida, la definizione degli obiettivi, il quadro di riferimento e l’elenco degli apporti tecnici per la valutazione integrata di Enti ed Organismi preposti, dovrà essere discusso nella Direzione e poi dovremo garantire una larga partecipazione di cittadini per una condivisione del documento prevedendone un’analisi ed un approfondimento durante la prevista Conferenza Programmatica.

Per il problema dei rifiuti serve un approfondimento, aumentare la TIA è irragionevole perché significherebbe caricare i cittadini di una tassa in più ed in tempi di crisi non è ovviamente auspicabile. Inoltre dobbiamo considerare il fatto che l’azienda si avvia ad una privatizzazione e quindi se vogliamo che i bilanci siano appetibili, dovremo trovare altre strategie di interventi massimizzando il recupero dei rifiuti a costi globali accettabili in un programma di sviluppo legato alla produttività e ai servizi.
La gestione ambientale dei rifiuti non deve essere vista solo come problema ambientale, ma come risorsa, possibilità di un incremento dei materiali riciclabili ed una nuova politica di raccolta che preveda anche un rapporto più stretto con il cittadino. E’ nostro dovere creare i presupposti affinché la città guardi ad un progetto con obiettivi a lungo termine che prefigurino la città fra venti anni.
Ricordiamo che la ricorrenza dei 150 anni dell’unificazione d’Italia non deve essere una liturgia, ma l’occasione per ricordare che il nostro Paese si fonda sui principi dell’uguaglianza di tutti i cittadini, sulla laicità dello Stato, sul diritto allo studio e al lavoro e sulla preservazione della salute e dell’ambiente, che rappresentano un valore ideale sul quale permeare la nostra azione.

Segreteria Comunale – Livorno

Dalle città
Livorno
Attualità e stato dell’arte dell’Accordo di programma per lo sviluppo economico dell’Area costiera livornese
Parità di genere e contrasto alla violenza – tavola rotonda
Rosignano
Conferenza “Rosignano Domani”
Lavoro e questione sociale. I valori e le nuove sfide del centro sinistra. Venerdì 24 agosto incontro Cesare Damiano
Cecina
Festa de l’Unità a Cecina. 13 – 19 agosto 2018 La Cecinella
Bullismo e Cyberbullismo. La prevenzione a scuola. Giovedì 7 giugno alle 21 incontro al Palazzetto dei Congressi di Cecina
Collesalvetti
Festa de l’Unità a Collesalvetti. 17 – 26 agosto Palazzetto dello Sport
Festa de l’Unità di Colognole. 11 – 15 agosto. Il programma
Castagneto Carducci
AperiReferendum a Donoratico. Giovedì 1 dicembre alle ore 19
Le ragioni del Sì al Referendum Costituzionale. Giovedì 24 novembre dibattito pubblico a Donoratico
Bibbona
Il candidato Andrea Romano incontra la cittadinanza a Bibbona. Martedì 27 febbraio alle ore 10
Martedì 20 febbraio doppio appuntamento con Silvia Velo a Bibbona
Capraia
Primarie: chi, dove, come e quando
Primarie 25 novembre. I risultati dell’Isola di Capraia